Sunday Fam: ecco che cosa dicono i genitori


Quando in inverno fare una passeggiata all’aperto diventa difficoltoso e poco funzionale, vuoi per il freddo o per l’umidità che penetra nelle ossa, le famiglie optano per il cinema, un giretto in sala giochi o il solito centro commerciale. In questo modo il tempo non viene vissuto ma viene semplicemente lasciato scorrere. E i bambini questo lo sanno molto bene.

Quante volte ha fatto i capricci davanti a un negozio? O al cinema, quante volte dopo la prima mezz’ora ha detto “andiamo a casa?”.

Per non parlare poi della sala giochi, dove lui magari si diverte ma i genitori sono costretti a sorvegliarlo e ancora una volta “aspettare che arrivi sera”.

Noi abbiamo pensato di offrire una valida alternativa a tutto questo!

Volevamo qualcosa che facesse divertire i bambini e allo stesso tempo informasse i genitori su qualcosa che sta loro veramente a cuore: la salute dei loro figli.

E’ così che è nato il Sunday Fam

L’abbiamo chiamato così perché si fa di domenica (Sunday) ed è per le famiglie (Fam). Il simbolo che lo contraddistingue è l’albero di Studio Luce, realizzato dalla presidentessa Silvia Cordioli per i piccoli ospiti del centro.

I genitori ascoltano un esperto di bambini (che cambia ogni mese). L’anno scorso sono venuti per noi un’infermiera professionale, una psicologa, una psicomotricista che ha fatto fare ai genitori un laboratorio sulla psicomotricità, un’esperta di giochi infantili che dirige un negozio di articoli per l’infanzia e un preparatore atletico che ha insegnato a grandi e piccoli la vera arte del camminare.

Mentre i genitori sono impegnati, i bambini nella sala accanto giocano sorvegliati da una psicomotricista del nostro centro. Quindi anche loro, giocando, fanno attività. In questo modo hanno la possibilità di conoscere amichetti nuovi e di mettersi anche alla prova.

Alla sera, intorno alle 18.00 viene servito un buffet per tutti, grandi e piccoli.

Domenica scorsa abbiamo invitato la logopedista Rosa Siliotto per parlarci dello sviluppo del linguaggio nel bambino dai 0 ai 6 anni di età.

Ecco che cosa ne pensa una mamma che è intervenuta:

È stato davvero un evento interessante. Abbiamo avuto informazioni nuove sullo sviluppo del linguaggio nell’età infantile e abbiamo scoperto quanto è importante porvi attenzione nei giusti periodi.
Ottimo il servizio di baby sitter!!!!
Un grazie allo Studio Luce e alla dottoressa…molto professionale

Elisa Perina